Quanti post ho in bozza

Quanti progetti nel cassetto

quante parole non dette

quanti pensieri che mai nessuno conoscerà

Quante possibilità inespresse

quanti posti mai visti

quante prove intraprese interrotte

quante paure mai confessate

quante persone perse

ma ciò che non è compiuto non vuol dire che che non esista. Fa comunque parte di me.

Advertisements

Come mai bicicletta é femminile?

La ultima bicicletta che ho sistemato.Una Legnano anni 70.Cambiati sella e manubrio che non erano originali e alleggerita di qualche particolare. Perché il titolo? La bicicletta é elegante,con forme curve, piacevole da accompagnarvisi, ti fa faticare e devi continuare a pedalare sempre se vuoi andare avanti. E tutto ciò si addice al genere femminile. Ma che sia semplice da capire e gestire questo proprio non quadra😃 !

Non sarà il canto delle sirene

Odisseo riuscì nel suo viaggio a non farsi annullare dal potere obnubilante dei fiori di loto, né circuire dalle arti magiche di Circe ed ad uscire indenne dal passaggio tra le sirene. Metafore ancor oggi valide delle attrattive annichilenti che prendono di volta in volta il nome di whatsapp, facebook, youtube, instagram ecc. E’difficile resistere per me che dell’Odisseo alla fine del suo viaggio condivido l’età ed un po’ l’esperienza, figuriamoci per i giovani che iniziano a vivere in un mondo parallelo virtuale che fa apparire Matrix non così lontano.

Radicchietto e sacchetto

Stavo proprio pensando che non ne posso più sia di favorevoli che contrari ai sacchetti della verdura, quando mi è venuta alla mente l’immagine della verdura dimenticata nei sacchetti nel reparto verdura del frigo.Specie il radichietto che imputridisce dopo tre giorni …. Finalmente invece di separare quella massa semigelatinosa dal sacchetto per fare la raccolta differenziata potrò sbattere tutto nell’umido! Ed utilizzare i sacchetti di carta come una volta? Boh bah

Walzer dal Lago dei cigni

La musica è emozione. La musica dal vivo è un’emozione più grande.La musica dal vivo senza l’amplificazione di altoparlanti é una grande magica emozione. Se nell’orchestra suona tua figlia, una grande magica emozione al quadrato. Se poi un pezzo ti riporta ad un teatro di Budapest, venticinque anni prima quando assistesti al balletto il lago dei cigni e fai un viaggio temporale-emozionale, può capitare che un po’ di commozione ti prenda lì, tra cuore ed esofago. Anche tu, che agli innumerevoli saggi e spettacoli dei tuoi tre figli negli anni, hai sempre detto a tua moglie ironicamente…. “ma come sono emozionato!”