Amori difficili

Perché esistono amori facili?

Leggo molto meno di una volta….. quest’anno provo a tenere la conta dei libri letti

Comunque l’altro giorno siamo andati ad un incontro in cui si parlava di comunicazione e il relatore rivolgendosi ad una donna del pubblico, per dimostrare come gran parte del nostro comportamento sia inconscio e non determinato dalla razionalità , gli ha intimato: “innamorati di me!”

Letture e riletture

Primo libro dell’anno. Una rilettura. Mi ricordavo mi fosse piaciuto a suo tempo, è così è stato ora.

Uno spunto di riflessione che non c’entra con il tema del libro, ma è una delle frasi che mi hanno colpito: “gli gnostici dicevano che l’unico modo di liberarsi da un peccato è commetterlo perché poi uno se ne pente”; quindi meglio vivere con il rimorso per aver fatto qualcosa o con il rimpianto per non averlo fatto?

Natura morta

Dato che di bici sono pieno e che passerà tempo prima che ne metta a posto solo una parte, devo dedicare la mia smania retrò a qualcos’altro. L’altro giorno ho visto su un sito di seconda mano questa natura morta che era firmata Vivi Colla. Vado a leggere chi fosse e scopro che era una pittrice figlia d’arte. L’unica testimonianza che ho trovato era in un articolo di giornale degli anni 60 in cui si raccontava che dipingeva allo scuro a memoria per non essere abbagliata dal candore della tela e che non vendeva i propri quadri. Il quadretto su compensato deve essere stato fatto attorno agli anni 40, così mi è stato detto. Ovviamente l’autrice è morta da tempo ed i suoi quadri si sono venduti.

Spolert

Oggi nella parte vecchia ho rimesso in funzione una cucina economica che dovrebbe essere anni 40. Era della suocera di mia cognata morta già da tanti anni. L’abbiamo recuperata, pulita, sistemata, ho con la malta ridotto l’ingresso della canna fumaria (quella anche da decenni inattiva) ed alla fine il fuoco ha ripreso ad ardere. Ricordi di bambino quando mia nonna mi faceva accendere il fuoco. Tra l’altro ho ancora una cicatrice sulla gamba di quando piccolissimo mi sono ustionato proprio sul bordo di una cucina economica. Dietro ad ogni cosa usata c’è una storia. Per quello non compro più cose nuove.

Coincidenze

Mi capita spesso, per quanto poco mi ricordi dei sogni, di sognare di essere braccato, ricercato, di sfuggire a delle bande, con la paura più che per me stesso per quello che potrebbe accadere ai miei cari. Se credessi alla metempsicosi potrei pensare di essere stato uno di quei tanti braccati in uno dei tanti passati e purtroppo presenti regimi, anche se sicuramente è stato l’effetto della massiccia dose di bollito di ieri sera. L’inseguimento viene interrotto da Micio che all’una e trenta miagola perché vuole uscire. Dopo averlo accontentato per riaddormentarmi prendo un libro di Saviane che comincio. In realtà è prezzato ancora in lire. È uno di quei libri acquistati che da lustri attendono di essere iniziati. Nell’incipit c’è una citazione di Francisco Urondo. A me sconosciuto. Vado a cercare su Wikipedia interrompendo la lettura cartacea dopo quattro righe e vengo a conoscenza del movimento dei “montoneros” e della fine di Francisco Urondo: …… che poteva benissimo essere l’epilogo del mio sogno.