Le dimensioni contano!

Sto ristrutturando alcune stanze nella parte vecchia, e dietro una lampada che ho copiato da pinterest (solo che l’ho fatta con meno di 25 euro) avevo deciso di mettere un quadro. Vado su subito e trovo cornice dell’Ottocento in legno con quadro del ’36. Non mi dispiace mi metto d’accordo. Solo che quando ci incontriamo per ritirarlo mi accorgo che è molto più grande di quello che mi aspettavo! Ho provato quindi a metterlo sempre nella parte vecchia sulla prima rampa di scale. Provvisoriamente perché devo pulire tutta la polvere del lavoro delle stanze sotto ed intonacare la parete di sinistra. Ecco la lampada da muro. Poi il trasformatore sopra non si vedrà😀!

Advertisements

Partita doppia

“Quante volte ti ho ferito in questi anni?”

Ci ho pensato.

Sinceramente non mi ricordo. Sicuramente ci sono stati momenti difficili e qualche cicatrice l’ho anch’io.

Non vado a contarle. La contabilità presuppone che oltre ad enumerare, si tenga conto della unità di grandezza, delle intensità, della durata….. Tenere una contabilità del genere non si addice ad una relazione… credo….

Astenersi sognatori

F369A749-6880-4A1B-B8C9-7748475FD52B

Che brutta frase si trova in certi annunci! Non invece astenersi approfittatori, speculini, spilorci….. E magari chi scrive questo  è lo stesso che se non riesce a vendere una bici a prezzo esorbitante, la fa a pezzi per vendere gli accessori e guadagnarci di più. Così nel web trovi una galassia di pezzi incompleti di biciclette. Ricomporre una bici bastarda è il modo di rimettere su strada ferro vecchio di ottant’anni, comunque un atto creativo e da sognatore ….

telaio: Bianchi Real del 1937

guarnitura: Frejus anni 50

manubrio: Ballant anni 50

pedali anni 60

cerchi per bici a bacchetta: posteriore ri-raggiato con mozzo nuovo contropedale: Imperial, anteriore Beretta.

copertoni: Michelin world tour nuovi